L'Italia Insegna - PaperBlog | myPaperfriends
<%=gblHTMLTitle%>

PERSONALIZZA IL TUO

Personalizza quaderni, taccuini e diari con la tua foto ed in pochi giorni sarà a casa tua!



PUNTI DI FORZA





Pagina interna del libro L
Pagina interna del libro L
Pagina interna del libro L
idee

L’Italia Insegna

Di del 27 novembre 2015

Suggeriamo a tutti i #paperlovers questo libro strepitoso: “L’Italia Insegna” una ricerca di James Clough che esamina da una prospettiva storico-estetica le insegne e le iscrizioni italiane. Dallo stile ornato toscano dell’Ottocento alle lettere eccentriche del Liberty, dalle grandiose iscrizioni architettoniche degli anni Trenta alle deliziose opere dei vecchi pittori d’insegne sopravvissute, dalle scritte fantasma fasciste a quelle sui coperchi dei tombini, Clough illustra con approccio critico i lati migliori e peggiori di questa singolare espressione d’arte applicata, accompagnando i lettori in un affascinante viaggio con oltre 300 fotografie, scattate in più di 100 località lungo la Penisola.

Giocose e intuitive, originali e spiritose, improvvisate ed eleganti, le insegne e le iscrizioni sono lo specchio della sua società. Ciò che le distingue è la varietà delle forme delle lettere. Anche prima che le font tipografiche dominassero la scena, in Italia non c’è mai stata una vera standardizzazione nelle lettere disegnate e non è mai stato stampato alcun manuale per pittori d’insegne. Questa libertà, avulsa da modelli precostituiti, l’abilità degli artigiani e la loro creatività rendono le insegne italiane così straordinarie.

Testi e fotografie: James Clough
Copertina: Luca Barcellona
Design: Bunker

A questo link trovate l’edizione italiana, 248 pagine con oltre 300 foto a colori e copertina cartonata.


James Clough
Calligrafo e studioso londinese, ha studiato Typographic Design al London College of Printing. Ha lavorato come designer e calligrafo soprattutto a Milano, dove si è stabilito e vive a tuttoggi dal 1971. Insegna tipografia e storia della tipografia presso atenei italiani e svizzeri e ha curato l’allestimento di tre musei della stampa. Tiene conferenze in Italia, Inghilterra, Stati Uniti e Turchia. Scrive di tipografia per pubblicazioni italiane e internazionali.

TAGS
ARTICOLI COLLEGATI